Bastardi senza gloria

bastardi 4Bastardi senza gloria (Inglourious Basterds)

Anno: 2009

Durata: 160

Regista: Quentin Tarantino

Nel Cast: Brad Pitt (Tenente Aldo Raine); Mélanie Laurent (Shosanna Dreyfus); Christoph Waltz (colonnello Hans Landa).

La vicenda è immaginosamente ambientata nella Francia occupata dai nazisti, durante la II Guerra Mondiale. La giovane ebrea Shosanna Dreyfus assiste all’uccisione di tutta la propria famiglia per mano del bastardi 3colonnello nazista Hans Landa, soprannominato “cacciatore di ebrei” per la sua abilità nel fiutare i loro nascondigli. La ragazza riesce a sfuggire alla morte e va a Parigi. Qui assume la nuova identità di Emmanuelle Mimieux e diviene proprietaria di una sala cinematografica.

Contemporaneamente il tenente americano Aldo Raine, crea una squadra speciale di soldati americani di origine ebraica, che divengono noti come i “Bastardi”. Il gruppo diventa famoso anche tra i nazisti, per le numerose uccisioni di soldati tedeschi e per la consuetudine di prendere loro lo scalpo e di incidere la svastica sulla fronte dei sopravvissuti.

La squadra, con la collaborazione dell’attrice tedesca Bridget Von Hammersmark, una spia degli Alleati, è incaricata di eliminare i leader del Terzo Reich durante la proiezione dell’anteprima di un film di propaganda in una sala cinematografica parigina.

Mentre il complotto dei “bastardi” sembra essere scoperto, la bella Shosanna si trova di fronte l’inattesa occasione per vendicare l’uccisione dei genitori. Infatti, la sala di proiezione prescelta è proprio quella di cui lei è proprietaria, per volontà del soldato tedesco Friedrich Zoller, eroe nazionale protagonista del film, che si è innamorato di lei.

Alla prima sono presenti anche il tenente Aldo Raine, che si finge un attore siciliano, e tre suoi compagni, assieme a Bridget Von Hammersmark che però viene uccisa dal colonnello Hans Landa, che ha scoperto il complotto. Landa fa poi catturare Aldo Raine e un suo assistente, ma non gli altri due, poiché sono già nella sala cinematografica con dell’esplosivo nascosto alle caviglie.

Dopo aver interrogato il tenente Raine, Landa inaspettatamente, gli chiede di mettersi in contatto con il comando alleato per trattare un accordo: lascerà che l’attentato abbia successo e si arrenderà in cambio di una proprietà nell’isola di Nantucket, della Medaglia d’Onore del Congresso e di altri riconoscimenti.

Nel frattempo Shosanna sta per realizzare la sua vendetta e fa sbarrare le porte dalla sala al suo assistente e compagno. Ma Friedrich va a trovarla in sala proiezione e la ragazza è costretta a ucciderlo, e viene a sua volta uccise. Tuttavia, ugualmente la macchina della vendetta è avviata: il film è interrotto da un filmato preregistrato in cui Shosanna invita i nazisti a guardare bene in faccia il volto dell’ebrea che li distruggerà. Il cinema va in fiamme, per il fuoco che si propaga rapido dalle pellicole incendiate. Hitler e i nazisti muoiono, uccisi dalle bombe, dai proiettili dei due “bastardi” rimasti in sala e bruciati dalle fiamme.

Nel frattempo, Landa si consegna, come d’accordo, al tenente Raine, confidando nella ricompensa che gli alleati gli daranno in cambio del suo tradimento. Ma il tenente gli riserva un regalo inatteso: gli incide una svastica sulla fronte affinché non possa, in ogni caso, nascondere il suo passato di gerarca nazista.

Per Tarantino il contesto storico è solo un pretesto. Anzi, il regista deliberatamente inventa situazioni e circostanze che mai si sono verificate e non si può certo accusarlo di aver falsificato la storia, poiché è evidente che non intendeva realizzare, e mai lo farà, un film “storico”. Un grande Christoph Waltz (colonnello Hans Landa)!

Print Friendly, PDF & Email