Massoneria

Illuminismo

Massoneria nell’Enciclopedia Treccani.

Massoneria

squadracompass

La Massoneria è un’associazione segreta le cui origini risalgono allo spirito solidaristico delle corporazioni artigiane medievali. Essa si riallaccia alle corporazioni di mestiere medievali dei muratori, di cui riprende i riti e i giuramenti per custodire segreti professionali.

I liberi muratori (free-masons e francs-macons) nella seconda metà del Seicento accettarono l’adesione alle logge di membri estranei al mestiere, che appartenevano a classi colte ed elevate. La prima loggia di questo tipo fu fondata a Londra nel 1717, ma in seguito esse si diffusero in Europa. Alla Massoneria aderirono molti esponenti dell’Illuminismo e parecchi uomini d’eccezione, come Mozart, Goethe, Federico II di Prussia, Voltaire. Nell’800, in Italia, molti patrioti come Garibaldi, Mazzini, Crispi. 

Tra gli elementi strutturali e simbolici caratteristici della Massoneria vi sono:

  • l’articolazione in tre gradi gerarchici, apprendista, compagno, maestro;

  • l’obbligo del segreto;

  • il martello, il filo a piombo, la squadra, il compasso;.

  • la professione di fede cristiana unita alla tolleranza religiosa;

  • la fratellanza e la solidarietà;

  • la diffusione di ideali umanitari e progressisti.

 

 

Print Friendly, PDF & Email