Crea sito

berlinocadutaUnione europea: caduta del muro di Berlino e nuove prospettive

La Comunità europea si è progressivamente allargata con l’inserimento di nuovi Stati. Dopo la caduta del muro di Berlino, avvenuta nel 1989, l’Unione europea (UE) incoraggiò la riunificazione della Germania.

A Maastricht, nel 1991, fu modificato il trattato di Roma con lo scopo di giungere all’unione economica e monetaria integrale e furono definite le tappe per la creazione della moneta unica europea, fissando alcune condizioni da rispettare (debito pubblico, inflazione, tasso d’interesse, stabilità della moneta). Con il trattato di Maastricht, inoltre, la CEE cambiò denominazione, diventando Unione Europea. Nel gennaio 2002 l’Euro ha affiancato le monete nazionali e nel luglio dello stesso anno le ha sostituite definitivamente. Alla fine degli anni Novanta, l’Unione europea ha istituito la Banca centrale europea e ha creato la moneta unica.

Con il disgregarsi del “blocco sovietico”, nel 1991, anche i paesi dell’Europa centrale e orientale poterono chiedere di far parte dell’Unione Europea. Il processo di allargamento dell’UE è ancora in corso. Nel 2005 sono iniziati i negoziati di adesione con la Turchia e la Croazia. L’Islanda ha presentato la propria candidatura nel 2009 e vari paesi balcanici hanno intrapreso il percorso che li porterà un giorno a divenire membri dell’Unione europea. La Croazia dovrebbe divenire il ventottesimo Stato membro dell’Unione europea.

Print Friendly, PDF & Email